HomePressComunicati Stampa › CAPPELLINI a IMM COLOGNE.

CAPPELLINI a IMM COLOGNE.

Stampa

Dal 16 al 22 gennaio 2017 Cappellini si presenta a Imm Cologne, la fiera dedicata all’arredamento d’interni e punto di riferimento per il mercato internazionale del mobile, con alcune novità e una selezione dei suoi prodotti più significativi in uno stand che si rifà alle architetture razionaliste, in un gioco prospettico di pieni e vuoti, solidi e trasparenze, progettato da Giulio Cappellini.

Il color mastice scelto per le pareti e la pavimentazione, crea un ambiente puro e di forte carattere che enfatizza al massimo la paletta di colori degli arredi declinata dai beige ai rosa e dai verdi agli antracite, secondo i trend più contemporanei.

Tra i prodotti più recenti spiccano le poltrone Drum di Mac Stopa, le sedute Embroidery Chair di Johan Lindstèn, la Lukis di Abie Abdillah e la Telo Lounge di Sebastian Herkner, oltre ai tavolini Tangle Table di Nendo e Bong Floreal di Giulio Cappellini.

Negli ambienti living sono presenti alcuni tra i più famosi contenitori di Cappellini come Lochness di Piero Lissoni e HiFi di Giulio Cappellini.

Diverse le aree espositive in cui vengono presentati alcuni fra i best seller della collezione Cappellini, come i divani Lotus di Jasper Morrison e Panda Sofa di Paola Navone con il tavolo Branch Table di Jacob Wagner.

Gli ambienti sono poi corredati dagli oggetti e dalle luci della collezione Progetto Oggetto e dai tappeti della collezione Magic Carpet. Una soluzione progettuale ed estetica per mostrare il grande eclettismo dei diversi prodotti Cappellini con i quali è possibile arredare completamente un luogo, ma sempre con la massima libertà, senza creare un total look standardizzato.

Nello stesso padiglione, in una delle aree espositive di Stylepark, il brand tedesco presenta un’ istallazione pensata da Giulio Cappellini e Antonio Facco interamente dedicata alla riedizione della famosissima poltrona Tube Chair disegnata da Joe Colombo nel 1969 ed ora riproposta in nuovi materiali e tecniche produttive.

Su un grande nastro, quasi una strada collinare che ricorda le forme tondeggianti di Tube Chair, si rincorrono diverse poltrone rivestite in tessuto elasticizzato in vibranti colori. Un omaggio all’assoluta contemporaneità di un prodotto rivoluzionario e senza tempo.

Così anche altri prodotti Cappellini, tra cui gli sgabelli Alodia e la seduta Thinking Man’s Chair, sono presenti nell'istallazione Das Haus progettata da Todd Bracher.

 

CAPPELLINI NOVITA’

 

Drum – design Mac Stopa

 

Drum è un omaggio alle batterie elettroniche esagonali degli anni 80. Così la forza delle configurazioni geometriche si declina nel progetto di una poltrona che può essere accostata in un gioco di ripetizioni modulari per definire sistemi di sedute per grandi aree. Ma anche in un tavolino da utilizzare anche come pouf e in un tavolino alto. Dalle forme plastiche, la poltrona è realizzata in poliuretano stampato a quote differenziate che garantiscono il massimo confort senza rinunciare alla forza estetica dell’oggetto. Il rivestimento è in tessuto elasticizzato con stampa tridimensionale elaborata sul modello della tassellatura geometrica in tre varianti cromatiche. E’ disponibile anche in tinta unita blu, nero, turchese, bianco, arancio ed in alcuni tessuti e pelli Cappellini. Il tavolino pouf in poliuretano è proposto negli stessi toni della poltrona. Il tavolino alto, invece, è realizzato con la tecnica della piegatura di un foglio di lamiera, laccato opaco in bianco o antracite.

 

Telo Lounge – design Sebastian Herkner

 

Rievoca il fascino delle sedute da campo dei lodge africani. E’ la poltroncina Telo Lounge realizzata secondo un concept modulare perché possa essere aggregata in infinite composizioni in linea e ad arco. Ha la struttura in tubo d’acciaio a sezione circolare e ovale rifinita con una verniciatura opaca proposta in bianco, antracite, terracotta, senape. La seduta è in tessuto cannettato imbottito.

 

Embroidery Chair – design Johan Lindstèn 2016

 

Le quattro stagioni sono protagoniste della serie di sedute Embroidery del designer svedese Johan Lindstèn. In una perfetta sintesi fra la tradizione del ricamo a punto croce tramandata nei secoli e le tecnologie industriali di nuova generazione, nascono quattro sedute con scocca in massello di frassino e decoro dello schienale che riproduce altrettante scene di paesaggio, per raccontare la natura nelle stagioni dell'anno. Le rappresentazioni raccontano l'autunno che ha come protagonisti i cervi ed è abbinato a una struttura in frassino tinto noce, la primavera accosta il disegno delle farfalle al frassino bianco, l'inverno accoppia un paesaggio polare al frassino tinto nero e l'estate restituisce l’eleganza dei fenicotteri esaltandone i toni cromatici con una struttura in frassino tinto rosso. In ogni poltroncina lo schienale è ampio e avvolgente e la seduta ergonomica per offrire il massimo comfort.

 

Tube Chair - design Joe Colombo

 

Modulare, flessibile, semplice e personalizzabile, ritorna Tube, il progetto di Joe Colombo che ha fatto la storia del design italiano ed è stato inserito nelle collezioni permanenti della Triennale di Milano, del MoMa e del Metropolitan Museum of Art di New York. Progetta nel 1969, questa seduta iconica completamente destrutturata è di nuovo protagonista della contemporaneità grazie ad accorgimenti produttivi di nuova generazione che mantengono inalterate le caratteristiche del progetto originario. Gli elementi che la compongono sono realizzati con la tecnica della rotazione che permette di creare corpi cavi in un solo pezzo, inseribili l’uno nell’altro per ridurre gli ingombri. Lo schienale e il sedile hanno la stessa forma e ogni elemento è intercambiabile a seconda delle necessità. I tubi si assemblano tra di loro tramite ganci di fissaggio in metallo e il rivestimento è proposto in pelle o tessuto bielastico nei colori Cappellini: nero, bianco, giallo, turchese o arancio.

 

Tangle Table - design Nendo

 

Si stringono in un abbraccio i tavolini Tangle disegnati da Nendo. La rigorosità delle linee lascia, infatti, spazio a un dettaglio decorativo dinamico che caratterizza una delle quattro gambe e restituisce al progetto flessibilità compositiva. Così, grazie a una gamba tortile che permette l’innesto di un tavolino nell’altro, i moduli possono essere abbinati secondo layout originali, riconfigurabili ogni volta. Con struttura in metallo, hanno il piano realizzato con tesserine di vetro ottenute dal riciclaggio di vecchi monitor che danno vita a superfici mosaicate dalle caratteristiche uniche poiché sono composte manualmente. Proposti nei colori antracite, grigio muschio, bianco e terracotta, sono disponibili in tre dimensioni e altezze. Il piano può essere anche in laminato o frassino naturale.

 

Lukis - design Abie Abdillah

 

La tradizione millenaria della lavorazione del rattan incontra il design contemporaneo nel progetto della poltroncina Lukis firmata dall’indonesiano Abie Abdillah. E’ un’inedita interpretazione delle tecniche artigianali del sud-est asiatico che oggi conosce una rinnovata consapevolezza ecosostenibile. Il rattan, infatti, cresce piuttosto rapidamente, può essere utilizzato in tutte le sue parti e per modellarlo è sufficiente il calore del vapore. Se questo materiale definisce la seduta e lo schienale di Lukis, la struttura della poltroncina è, invece, realizzata in rubberwood, il legno dell’albero da cui si estrae il caucciù. Il risultato è un elemento d’arredo, per indoor, caratterizzato da un intreccio preciso e regolare realizzato artigianalmente, che per la pulizia della trama e l’accuratezza dei dettagli farebbe pensare all’intervento di un sofisticato macchinario tecnologico.

 

Bong Floreal - design Giulio Cappellini

 

Bong torna protagonista dell’interior design con la versione Bong Floreal, il tavolino sferico con piano integrato, ottenuto dall’asportazione di una porzione della sfera che definisce il progetto. E’ realizzato in fibra di vetro e resina, la decorazione Floreal come quella Marmo è definita con la tecnologia decorativa tridimensionale Dip Print. Il progetto è proposto anche nella versione Lava Vulcanica in cui la superficie è rifinita manualmente applicando polvere di lava proveniente dall’Etna.

 

 

 

“Esploratori del design tra fantasia e realtà”

 

Fondata nel 1946, sinonimo di design d’avanguardia contemporanea e trampolino di lancio per i più grandi designer internazionali, Cappellini produce pezzi d’arredo innovativi e di altissima qualità. La collezione Cappellini, caratterizzata da tratti di sperimentazione ed esplorazione di nuovi modi di abitare, permette di arredare l’intero ambiente domestico, dal soggiorno allo studio, alla camera, ma anche spazi contract come lounge, hotel e ristoranti; molti di questi prodotti sono diventati icone internazionalmente riconosciute ed esposte nei più importanti musei del mondo quali ad esempio il Victoria & Albert Museum di Londra, il Moma di New York e il Centre Pompidou di Parigi. Artefice dell’unicità dell’azienda e figura emblematica nel panorama internazionale del design è Giulio Cappellini, al quale viene universalmente riconosciuto il ruolo di talent scout di giovani designer, lanciati poi dall’azienda: alcuni esempi Jasper Morrison, Marc Newson, Nendo, i fratelli Bouroullec e Marcel Wanders. Giulio Cappellini controlla personalmente l’immagine ed i prodotti Cappellini sia come Art Director sia come progettista e recentemente è stato eletto dalla rivista “Time” come uno dei più influenti trend setter mondiali della moda e del design. Cappellini è presente in tutto il mondo con flagship store a Milano, Roma, Parigi, Bruxelles, New York, Los Angeles, Manila e negozi di gruppo (con Cassina e Poltrona Frau) nelle principali capitali mondiali compresa l’Asia ed il sud America. La sua sede è a Meda in Brianza.